Il Karol Wojtyla di Bari chiude per lavori, voli dirottati nell’aeroporto del Salento

BRINDISI – Lavori h24 per la pista di volo dell’aeroporto di Bari che dal prossimo 28 febbraio comporterà il dirottamento dei voli a Brindisi. La riapertura è prevista il 9 marzo alle 6.00 del mattino ma fino ad allora le compagnie aeree predisporranno variazioni per aumentare la capacità degli aeromobili sull’areoporto del Salento.

I lavori di potenziamento delle infrastrutture di volo e prolungamento pista prevedono l’acquisizione di nuove aree di sicurezza e il prolungamento del sentiero di avvicinamento luminoso che consentirà decolli anche con scarsa visibilità. Sarà riqualificata l’intera infrastruttura di volo con l’impiego di nuove tecnologie che rientrano nel piano di “efficientamento energetico”.

A Preannunciare un’interrogazione urgente al Consiglio regionale della Puglia è il Consigliere di Sinistra Italiana Cosimo Borraccino secondo il quale, sarebbe opportuno contestualmente, rendere agibile immediatamente l’aeroporto di Grottaglie.

Una recente delibera di indirizzo della Regione Puglia ha fatto partire le procedure per consentire la possibilità di decollare e atterrare dall’aeroporto tarantino, dotato, lo ricordiamo, di una pista di interesse nazionale lunga ben 3200 metri, capace di ospitare anche voli internazionali. Fino al 28 febbraio 2018 il tempo necessario per rendere fruibile la struttura potrebbe esserci per far sì che, in situazioni come queste, anche Taranto e non solo Brindisi possa offrire un servizio avendo le infrastrutture necessarie per poterlo farle.

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*