Anatra zoppa, Rotundo contro Perrone: “costretto a tornare in aula, isolato dai suoi”

LECCE- “Paolo Perrone costretto a tornare in aula e isolato dai suoi”. Antonio Rotundo, capogruppo Pd in Consiglio comunale a Lecce, si scaglia contro l’ex sindaco e capo dell’opposizione in assise, all’indomani della decisione cautelare del Consiglio di Stato, che ha congelato il cambio di maggioranza disposto dal Tar a Palazzo Carafa, rinviando la sentenza di merito a febbraio.

“Nel mese che va dalla sentenza del Tar (11 ottobre) all’udienza di ieri (9 novembre) – dice – il  centrodestra capeggiato da Perrone ha disertato per due volte le sedute del Consiglio comunale in quanto “illegittimo”,     sostenendo persino che non avremmo dovuto neppure convocarlo sino al pronunciamento di merito del Consiglio di Stato. Si trattava di una posizione palesemente strumentale perché anteponeva l’interesse politico di parte agli interessi della città e bene abbiamo fatto ad andare avanti.  Anche perché le decisioni della magistratura si rispettano sempre e non quando conviene. Ora, prendiamo atto positivamente della svolta ad U di Perrone, svolta a cui è stato indotto dall’ordinanza del Cds e dal crescente  orientamento di non pochi consiglieri comunali  del suo stesso schieramento di partecipare alle prossime sedute consiliari. Aspettiamo l’ex sindaco in aula per confrontarci sui problemi concreti della nostra città”.

 

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*