Il Prefetto: patto sicurezza entro Natale. In arrivo rinforzi e telecamere

LECCE – Dopo le settimane calde per Lecce, tra ripresa dell’allarme racket ed estorsioni e con la criminalità che ha rialzato la testa, in Prefettura forze dell’ordine a associazioni di categoria insieme sono ormai prossime ad un patto. Il comitato per l’ordine e la sicurezza si è radunato nel pomeriggio: si lavora sulla mappatura delle zone critiche della città perchè entro natale i buoni propositi siano già realtà, ossia la disposizione di rinforzi e nuove telecamere di videosorveglianza.

Per quanto riguarda le aree industriali è stato confermato il finanziamento del Pon legalità della Regione Puglia, per Lecce la quota destinata ammonta a circa 2 milioni e 700 mila euro. Fondi destinati principalmente alla sicurezza delle aree industriali.

La scia di furti, pistolettate contro attività commercialil, incendi di auto che di recente hanno vessato notevolmente il territorio non sembra poter più aspettare. Le associazioni di categoria, sul modello Gallipoli, dovranno collaborare economicamente perchè le 53 telecamere conteggiate soltanto nel centro storico non sono sufficienti. Due altri incontri sono previsti per la prossima settimana. Il vista di un protocollo d’intesa in materia di racket e usura, mercoledì (come già anticipato) a Lecce arriverà il Prefetto Domenico Cuttaia, Commissario straordinario del Governo per il coordinamento delle iniziative che si intende intraprendere in tal senso.

 

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*