Vertenza ex Bat, scade oggi la mobilità per altri 40 lavoratori

LECCE – E’ una giornata amara per circa 40 lavoratori ex Bat che il prossimo inverno, e il futuro, lo vedono a tinte fosche. Il 5 novembre scade infatti la mobilità per gli operai che hanno superato i 40 anni e che sono le nuove vittime di una vertenza, quella della Brirtish American Tobacco, che sembra spegnersi a poco a poco tra il silenzio e l’immobilismo.

Scadono gli ultimi ammortizzatori sociali rimasti, quindi, e niente è stato fatto, nonostante le proteste, le manifestazioni in strada, gli incontri e i tavoli istituzionali.

“Responsabilità politiche e scelte aziendali” le definiscono i lavoratori vittime dell’ennesima trattativa occupazionale che nel Salento finisce male, ora anche all’attenzione della Procura. Ma le richieste e le denunce sono sempre rimaste inascoltate. I lavoratori, che oggi si vedono per l’ennesima volta crollare il terreno sotto i piedi, parlano di uno “ sciagurato accordo” , quello per la riconversione della Bat, che ha tolto loro tutto: il lavoro, il futuro, la dignità. Negli ultimi mesi i lavoratori hanno incontrato e chiesto aiuto anche al sindaco Salvemini, al vice prefetto, agli stessi sindacati. La volontà è sempre quella di un impegno concreto, della ricerca di una soluzione da parte dei protagonisti di questa vertenza, prima che per tante famiglie sia davvero troppo tardi.

 

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*