La lite culmina in uno sputo e 150 anziani vedono “svanire” parte del loro centro. Riapertura assicurata per sabato

LECCE – Per quel centro sociale per anziani i buoni propositi annunciati erano tanti, a cancellarli tutti però sarebbe bastato uno sputo. I fatti risalgono allo scorso 7 ottobre, quando l’Assessore del Comune di Lecce Saverio Citraro e un responsabile dei centri sociali per la Lupiae Servizi si recano in visita al “Centro Sociale Viale Roma“, una struttura che garantisce attività ricreative per anziani e si snoda in due sedi: l’una dedicata ai momenti di ritrovo e l’altra a corsi di ballo e ginnastica dolce.

Durante la visita -raccontano gli utenti del centro- le idee per tenere attiva la struttura erano tantissime, tutte annunciate al microfono a gran voce“. Al margine del discorso istituzionale però un imprevisto avrebbe rimescolato le carte: il responsabile della Lupiae Servizi intrattiene un diverbio con uno degli utenti, il signor Paolo Zacchino, mentre l’Assessore in quel momento è distante. Prima sarebbero volate le offese, poi, lo sputo del responsabile dritto dritto sulla giacca dell’anziano, il tutto davanti agli occhi dei presenti.

Pochi giorni dopo il sogno di poter proseguire le attività ricreative per 150 anziani sfuma perchè a spuntare è questo cartello: “per i fatti accaduti il 7 ottobre le attività sono sospese“.

Dunque niente ginnastica o corsi di ballo: la sede utilizzata per le attività è chiusa da 3 settimane. Per gli utenti si tratterebbe di una sorta di “punizione”, ovviamente, del tutto incomprensibile e sulla quale hanno chiesto e continueranno a chiedere chiarezza. Si sono rivolti ad un legale, l’Avvocato Annamaria Delli Noci, e al Movimento 5 stelle, nella persona del Consigliere comunale Fabio Valente.

Intanto circa 150 utenti, tra i 60 e gli 80 anni, vorrebbero ritornare alla normalità usufruendo di quell’unica fonte di svago che mai avrebbero pensato di veder sfumare così.

E dopo il servizio di Telerama, l’assessore al Welfare del Comune di Lecce Saverio Citraro assicura che sabato e domenica, con due serate danzanti aperte a tutti, ripartiranno le attività del centro sociale di Via Roma.
“Questa amministrazione è al lavoro per dotare queste strutture di un regolamento di utilizzo chiaro e condiviso, che valga per tutti – dichiara l’assessore Saverio Citraro – e che dovrà essere approvato dagli organi competenti, nei quali anche il consigliere Valente potrà dare il suo contributo. L’accesso e l’utilizzo di strutture pubbliche deve seguire criteri di accessibilità e di diversificazione delle attività, che devono sempre avere una finalità sociale. Nelle more dell’approvazione del regolamento terremo aperti i centri sociali, garantendo a tutti la possibilità – non esclusiva – di utilizzare le strutture. Già oggi le istanze di utilizzo del centro sono molto numerose e diversificate e noi siamo al lavoro non per escludere ma per includere tutti”.

&nbsp

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*