L’Astrologia e i figli delle stelle: ottobre mese fortunato per lo Scorpione

LECCE- Astri, segni zodiacali, mistero e ricerche. Al via in città a un Corso di Astrologia ad hoc per scoprire analogie e corrispondenze con il microcosmo…in altre parole: con noi stessi. Sì, del resto anche la scienza moderna lo ammette: noi siamo davvero figli delle stelle e proprio il sistema solare ci aiuta a comprendere meglio le leggi che regolano la nostra esistenza, a diventare più tolleranti con gli altri e con il mondo.

Il cerchio zodiacale, in sostanza, altro non è che un linguaggio sacro, un antichissimo codice lasciatoci dagli scienziati che osservavano il cielo in epoche remote –astronomi, ma anche astrologi – per spiegarci questa risonanza tra cielo e terra, tra macrocosmo e microcosmo, tra uomo e stelle. Segni zodiacali, pianeti, case, aspetti: dall’esame del nostro tema natale, infatti, si può apprendere davvero tutto, dalle linee generali della vita al carattere, scoprendo le energie a nostra disposizione e, invariabilmente, come utilizzarle al meglio per vivere più sereni con noi stessi e con gli altri, perché l’astrologia è capace di cambiare radicalmente la visione dell’esistenza e di tutto ciò che accade, perché nulla avviene a caso: primo “tifoso” di questa idea Carl Gustav Jung, che usava il tema natale dei propri pazienti per fare diagnosi molto accurate dei disturbi dei suoi pazienti.

Invece,  a proposito di Oroscopol’esperta Dora Garzya, docente del Cida di Lecce, ci ha fornito qualche chicca, dicendo che ottobre sarà un mese fortunato per il segno dello Scorpione…

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*