Colpito da un cavo mentre era a bordo di un pontone, muore marittimo

TARANTO – È stato colpito da un cavo mentre era impegnato nelle operazioni di dragaggio nel porto: è morto sul colpo un marittimo di 45 anni. La tragedia è avvenuta in tarda serata. L’uomo era a bordo di un pontone, una grande piattaforma galleggiante, quando uno dei cavi in tensione che assicuravano un’opera strutturale lo ha colpito. Proprio il cedimento di quest’ultima avrebbe provocato l’incidente, in cui l’uomo è morto sul colpo. Difficili anche i soccorsi, a causa della pericolosità rappresentata dagli altri cavi in tensione. Quando il personale del 118 è riuscito a raggiungere la vittima, non c’era più nulla da fare. Sul posto anche la Capitaneria di Porto, arrivata con una motovedetta, la Polizia, il magistrato di turno e gli ispettori dello Spesal, che dovranno stabilire se ci siano responsabilità dietro quanto accaduto. Il pontone è stato rimorchiato e ormeggiato in porto, dove è stato posto sotto sequestro per consentire indagini approfondite. Tutti i membri dell’equipaggio sono stati ascoltati.

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*