AttualitàCronaca

Troppi lidi incendiati a Porto Cesareo, “il prefetto ci dica se c’è dolo”

PORTO CESAREO- Gli incendi che hanno divorato non uno ma più lidi a Porto Cesareo ora fanno drizzare le antenne. Dopo il rogo sulla spiaggia del Conte, a Punta Prosciutto, il sindaco Salvatore Albano ha chiesto la convocazione in via straordinaria del Comitato per l’ Ordine e la Pubblica Sicurezza in Prefettura. Si chiede dunque al rappresentante del governo di “valutare attentamente le reali cause di ciò che è  successo in questi giorni, monitorare attentamente il territorio e rassicurare i cittadini sulla possibilità che si tratti di dolo o meno”.

Il prefetto Claudio Palomba, come riferisce Albano, ha garantito che il “caso-Porto Cesareo” sarà inserito tra i punti all’ordine del giorno “del prossimo imminente Comitato, in modo tale che gli episodi in questione vengano discussi e analizzati”. “Auspico – continua Albano – che si faccia luce quanto prima su dinamiche e cause dei roghi. Ho avuto modo di constatare che i carabinieri della stazione di Porto Cesareo e i vigili del fuoco stanno lavorando alacremente, sono certo avremo risposte al più presto”.

Articoli correlati

Gallipoli, tragedia in mare, morto un sub di 50anni

Mario Vecchio

Lecce 2050: in un corto i grandi temi per progettare una città euro-mediterranea

Erica Fiore

Gallipoli, rissa all’esterno della discoteca: feriti due giovani

Redazione

Assistenza sanitaria estiva, rete potenziata: 20 postazioni e 6 ambulanze

Erica Fiore

Una rete per contrastare le povertà educative, l’evento finale a Le Costantine

Barbara Magnani

Morandi e Fiorello in giro per il Salento

Elisabetta Paladini