Ztl, criticità: gli esercenti del centro storico incontrano Salvemini

minerva

LECCE – “L’esperimento leccese di chiusura al traffico del centro storico in occasione della settimana europea della mobilità non può essere considerato un banco di prova“. A parlare è il Presidente di Fipe Confcommercio, Danilo Stendardo, che insieme ad una delegazione di esercenti in mattinata ha incontrato il sindaco Carlo Salvemini.

Si è discusso delle criticità dell’ipotesi ampliamento ztl: “quel test nel finesettimana non può essere considerato un vero banco di prova -ha spiegato Stendardo- l’inverno fa freddo, la gente dovrebbe poter usufruire del trasporto pubblico per avvicinarsi al cuore della città. Domenica le prenotazioni disdette nei locali sono state tantissime: gli utenti, non del posto, avevano difficoltà ad orientarsi e raggiungere la meta“. Così non va.

Il sindaco, dal canto suo, ha rassicurato gli esercenti dicendo loro che è al vaglio un nuovo circuito per i bus urbani. Si sta lavorando inoltre all’individuazione di aree parcheggio, nella zona dell’ex foro boario e in area stadio.

I commercianti rilanciano: si potrebbe chiedere un euro per la navetta di scambio e gli utenti in cambio potrebbero godere di uno sconto nelle attività del centro storico che scelgono di aderire all’iniziativa.

A bollire in pentola a Palazzo Carafa è certamente un altro banco di prova ancora a data da destinarsi ma certamente più attendibile, considerate le temperature in calo e il lavoro sui parcheggi che l’amministrazione conta di chiudere favorevolmente a stretto giro .

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*