Catanzaro-Lecce 1-3. Debutto positivo per Liverani, primo successo esterno per il Lecce

Checco Lepore, 31 anni, è il capitano del Lecce

CATANZARO – (di Tonio De Giorgi) Gran debutto per il nuovo Lecce di Liverani che vince 3-1 a Catanzaro disputando una buona partita. Per i giallorossi è il primo successo esterno firmato da Lepore, Torromino e Cosenza. Il capitano giallorosso si ripete ancora a Catanzaro dopo la vittoria della passata stagione. La prima di Liverani ha destato una buona impressione; il nuovo allenatore del Lecce ha scelto il 4-3-1-2 per il suo debutto con Mancosu dietro i due attaccanti. Dal primo minuto anche Tsonev protagonista di una partita convincente. Primo tempo senza sbavature, con la squadra salentina che fraseggiava in maniera semplice e spesso rapida. Prima dell’intervallo il risultato era già in cassaforte. Nella ripresa, soprattutto in avvio, la formazione salentina ha subito un po’ la squadra di casa complice forse un leggero calo di concentrazione dovuto al risultato. La strada per la formazione leccese sembra quella giusta, le conferme arriveranno nelle prossime partite in cui confermare le note positive della notte di Catanzaro

 

La cronaca – Al 2′ contropiede del Catanzaro con Falcone che mette in mezzo per il colpo di testa di Anastasi, fuori di poco. Al 3′ il Lecce risponde con un gran tiro di Tsonev deviato in angolo dal portiere Nordi e sul corner successivo Lepore porta in vantaggio i giallorossi salentini con una grande conclusione dalla distanza. Al 14′ il Lecce raddoppia: i giallorossi manovrano sulla sinistra e Tsonev mette in mezzo un pallone che Caturano serve in qualche modo a Torromino, il quale anticipa tutti e con un destro di potenza buca Nordi, 0-2. I padroni di casa tentano una reazione con Zanini che crossa in mezzo e costringe Perucchini alla respinta di pugni (25′). Poco prima della mezzora (29′) Caturano perde palla a centrocampo, Benedetti calcia dalla distanza, Perucchini controlla in due tempi. La formazione leccese, però, è sempre in agguato: Torromino ruba palla e avvvia il contropiede che conclude con un tiro dalla distanza deviato in angolo. Sul finire del primo tempo Caturano invoca inutilmente un rigore per un tocco di mano di Sirri, per l’arbitro è tutto regolare. Al 45′ il Lecce è pericoloso in contropiede Al 45′ la squadra di Liverani realizza il terzo gol: Torromno crossa in mezzo, Nordi devia e, dopo un tentativo di Caturano, è Cosenza a calciare in porta realizzando la terza rete, 0-3. In avvio di ripresa il Lecce vicino al quarto gol con Tsonev che raccoglie un cross da destra di Torromino, ma calcia sul fondo. Dopo qualche folata della squadra catanzerese rinvigorita in particolare con l’ingresso di Puntoriere il Lecce gestisce bene le iniziative, poche, dell’avversario. la formazione leccese sfiora ancora il quarto gol, ma Caturano arriva in ritardio sugli inviti da destra. I cambi effettuati dal tecnico del Catanzaro non incidono perché la formazione leccese dimostra una compattezza e lucidità fino al termine. Al 46′ Perucchini nega il gol della bandiera a Lukanovic, ma arriva qualche secondo più tardi con lo stesso Lukanovic che riprende una corta respinta di Perucchini su tiro di Letizia. Finisce 3-1 per il Lecce, secondo insieme al Catania e a tre punti dal Maonopoli capolista. sabato prossimo al Via del Mare derby contro il Bisceglie.

Catanzaro – Lecce 1-3

Reti: 4′ pt Lepore (L); 14′ Torromino (L), 45′ Cosenza (L); 47’st Lukanovic (C)

Catanzaro

Nordi; Zanini, Riggio, Sirri (27’st Marchetti), Nicoletti (1’st Maita); Onescu (1’st Puntoriere), Benedetti, Spighi; Falcone (27’st Kanis), Anastasi (38’st Lukanovic), Letizia

Allenatore A. Erra

Lecce

Perucchini; Lepore, Cosenza, Drudi, Di Matteo; Armellino, Arrigoni (45’st Megelaitis), Tsonev; Mancosu (16’st Costa Ferreira); Caturano, Torromino (32’st Pacilli)

Allenatore F. Liverani

Arbitro: Cipriani di Empoli

 
Ottica Salomi

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*