Tap, ritardi degli enti vigilanti: ora se ne occupa il Ministero

MELENDUGNO – Ritardi degli enti vigilanti: il Ministero dell’Ambiente “scavalca” la Regione e l’Arpa e avoca a sé le verifiche delle ottemperanze riguardanti l’impatto paesaggistico del cantiere di realizzazione del gasdotto Tap che porterà uil gas dall’Adzerbaijan all’Italia, con approdo a San Foca, marina di Melendugno.

Con il provvedimento, il Ministero dispone che “Per gli enti vigilanti…cessi l’avvalimento da parte del Ministero dell’Ambiente e della tutela del territorio e del mare, per i compiti loro assegnati..ai fini delle verifiche di ottemperanza alle prescrizioni”.

Contro il provvedimento, ci sono 60 giorni per ricorrere al Tar.

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*