In alto i calici: a Carpignano torna “La Festa Te Lu Mieru”

CARPIGNANO SALENTINO- Dal primo al 3 settembre torna in scena nel cuore di Carpignano Salentino la 42esima edizione de la “Festa te lu mieru”. “Si tratta di un’importante operazione di volontariato diffuso –afferma il sindaco Fiorillo– Era la festa di una comunità che sapeva occuparsi di se stessa: nessuno doveva stare indietro e tutti avevano diritto a festeggiare, come l’Odin Teatret ci ha trasmesso. Il vino era la conclusione di una stagione, del raccolto, la fine dell’estate. È stato un esempio di modernità perché non ha definito un percorso solo all’interno della comunità, ma ha ambito a uscire fuori dai confini strettamente territoriali, smentendo l’autarchia tipica di questo territorio. La storia di questa festa negli anni non è sempre riuscita ad adeguarsi ai cambiamenti, ma l’edizione 2017 prosegue nel solco dell’ottimo lavoro svolto dall’associazione Festa te lu Mieru”.

Un importante appuntamento, quindi, tra cultura e tradizione, che quest’anno vedrà in scena il teatro e anche una proficua collaborazione con l’Unisalento, presente all’interno della festa con uno stand in cui gli ospiti potranno chiedere informazioni sul nuovo Corso di Laurea in Enologia e viticoltura.

Ma non solo. Occhi puntati sull’aspetto scenografico, realizzato da parte del comitato che si occupa della manifestazione, il quale coglie l’occasione anche per lanciare un appello: quello che questo appuntamento venga maggiormente sostenuto dalle istituzioni. “È un gran peccato –afferma Stefania Bolognese Presidente dell’associazione della Festa te lu Mieru– che, nonostante il direttivo abbia presentato un progetto di sviluppo comunitario all’ufficio di presidenza della Regione Puglia, a oggi non si sia avuto alcun riscontro dall’ente regionale. Siamo fermamente convinti che la Ftlm può dare un contributo importante allo sviluppo economico del territorio e per questo chiediamo che la festa sia riconosciuta e sostenuta anche dalle istituzioni”.

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*