Devastano casa e la disseminano di simboli fallici: raid contro il presidente del Comitato festa di San Rocco

TORRE PADULI- Più che rubare volevano lasciare il segno, probabilmente spaventare, in ogni caso lasciare un messaggio. A Torre Paduli, frazione di Ruffano, la festa di San Rocco è stata macchiata da quello che viene definito come un “grave atto intimidatorio” ai danni del presidente del comitato festa, Antonio Paiano.

La notte del 14 agosto, intorno all’una, mentre lui e la sua famiglia erano fuori per mettere a punto gli ultimi dettagli in vista delle celebrazioni, qualcuno si è introdotto nella sua azienda tessile e nella sua casa, immobili collegati, al di là della recinzione, in via Bari, sulla provinciale che collega Ruffano a Surano. Hanno rovistato tutti e tre i piani dell’azienda e l’appartamento, portando via un computer, che è già stato bloccato e dunque è inutilizzabile. Hanno sfasciato tutto il resto, però, distruggendo tutto quello che avevano a portata di mano, dai mobili agli uffici.

Poi, come si diceva, hanno voluto lanciare un messaggio: nell’acquario hanno lasciato delle manette e sparsi alcuni oggetti dall’inequivocabile significato, dei simboli fallici.

Paiano ha sporto regolare denuncia ai carabinieri di Ruffano. A diffondere la notizia è stato il Comitato feste: “per scelta – dice – non abbiamo voluto turbare la serenità di una festa che merita di essere vissuta a pieno da pellegrini e turisti che ogni anno dal 15 al 17 agosto invadono pacificamente il nostro piccolo borgo, oggi però non è più il momento di tacere. Quello che è successo a lui è come se fosse successo a tutti noi, condanniamo nel modo più assoluto questo disgustoso episodio, siamo un gruppo di cittadini innamorati del nostro paese e della sua tradizione centenaria che non si piega davanti a dimostrazioni di stampo mafioso”. Si è pertanto chiesto l’intervento “deciso delle autorità e del prefetto per garantire serenità e sicurezza”.

“Quanto accaduto al presidente del comitato Festa San Rocco di Torrepaduli è aberrante – dice il sindaco di Ruffano Antonio Cavallo -. Le dinamiche che questi delinquenti hanno messo in atto nei confronti del presidente e del comitato hanno uno stile inequivocabile. Piena solidarietà nei confronti del presidente da parte dell’intera amministrazione comunale e chiedo l’immediato intervento di S.E. il Prefetto e del presidente della regione Michele Emiliano affinchè episodi di questo genere e gravità non tornino a turbare il vivere quotidiano della nostra comunità”.

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*