Dieci anni senza Sergio: la voce giallorossa

LECCE – Sembra incredibile siano passati 10 anni. Il suo ricordo è sempre vivo nei cuori di noi colleghi, ma anche nei cuori dei tifosi.

La voce dello sport salentino, quella di Sergio Vantaggiato, si è spenta in una stazione della metropolitana di Parigi il 14 agosto del 2007. Ma non chiamatelo incidente. Sergio subì uno scippo e, inseguendo i suoi aggressori, cadde, battè violentemente la testa e, dopo due giorni, ci lasciò.

I due vigliacchi scippatori sono rimasti senza nome e impuniti. Ma Sergio era lì per vivere giorni felici insieme al piccolo Martino. Papà e figlio erano in vacanza insieme per andare a Eurodisney. E noi così vogliamo ricordarlo: col sorriso sulle labbra, con l’amore per il suo lavoro negli occhi e, soprattutto, nella sua voce inconfondibile, con la “r” moscia marchio di fabbrica di un talento senza eguali.

Il ricordo di lui, della sua personalità, del suo sembrare schivo, della sua sigaretta sempre accesa, del suo modo schietto di fare informazione, raccontando ed emozionando, che si è guadagnato anche il rispetto degli ultrà, non svanisce e non svanirà. Sergio è con noi. In redazione, allo stadio, in tv.

Sempre. Ora come allora.

 

 

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*