Tap, è querelle sulle dichiarazioni del Questore di Lecce

LECCE- Dibattito acceso dopo le dichiarazioni del questore di Lecce, Leopoldo Laricchia, che ha invitato politici e istituzioni a informarsi su Tap prima di fare sit in e a non schierarsi contro lo Stato.

“Anche noi siamo lo Stato e non ci siamo mai permessi di attaccare altre istituzioni – dice Diego De Lorenzis, deputato del M5s -. I cittadini non vogliono questo progetto, noi siamo stati eletti per seguire la volontà popolare”. “Il Questore dovrebbe sapere – aggiunge il segretario nazionale di Sinistra Italiana, Nicola Fratoianni – che chi è stato democraticamente eletto, a incominciare dai sindaci, ha il diritto e soprattutto il dovere di difendere il proprio territorio”.

“I sindaci salentini presentino formale protesta a Minniti e Gentiloni per le sconcertanti dichiarazioni del questore Laricchia”, propone Lecce Bene Comune, per cui “non spetta a lui dettare le linee di condotta ai rappresentanti del popolo”. E invita il primo cittadino leccese Carlo Salvemini “a farsi capofila dei sindaci salentini nell’inoltrare formale protesta”. A Lecce Bene Comune replica Noi con Salvini: “certi ambienti della sinistra italiana e leccese – dice il segretario provinciale Leonardo Calò – continuano a “coccolare” frange estreme ed eversive della sinistra senza mai prenderne chiaramente le distanze”.

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*