Attualità

Contro il Caporalato, in campo le Istituzioni: siglato Protocollo d’intesa

LECCE- Alla luce del Protocollo nazionale sperimentale contro il caporalato e lo sfruttamento lavorativo nei campi, è stato firmato oggi in Prefettura un Protocollo d’Intesa: “Si tratta di una prima pietra- afferma il Prefetto Claudio Palomba– di un punto di partenza” per iniziare a dare attuazione ai servizi previsti e concordati per i braccianti. Si tratta di un protocollo che tocca più aspetti: dal trasporto agli sportelli, per verificare la situazione dei lavoratori. Altro punto fondamentale quello di dare finalmente una sistemazione dignitosa ai migranti ospitandoli non più nelle attuali tende bensì in dei container. Un trasferimento questo che sarà reso possibile proprio grazie a un finanziamento della Regione Puglia.

Infine, impossibile non parlare del processo di primo grado nato dall’operazione Sabr , la prima controffensiva al caporalato nel Salento, che proprio lo scorso 13 luglio ha condannato quattro imprenditori per riduzione in schiavitù e associazione a delinquere. “Si tratta di un successo per la Procura”, commenta il già Procuratore Capo Cataldo Motta, annunciando che presto potrà esserci una possibile modifica di alcuni aspetti della riforma del 2016.

Articoli correlati

Piano Urbano della Mobilità, il Codacons: “Pronti ad offrire il nostro contributo al sindaco”

Sergio Costa

Chiusura punto nascita, monta la protesta

Paolo Franza

In Puglia i mercati finanziari incrementano il divario tra ricchi e poveri

Mario Vecchio

Stabilimenti, per la corte UE le opere inamovibili diventano proprietà dello Stato

Redazione

Festival Valle d’Itria, 50 anni di grande musica. A Martina Franca dal 17 luglio al 6 agosto

Mariella Vitucci

Contact center: “L’intelligenza artificiale è una sfida da raccogliere”

Antonio Greco