Inchiesta sull’Istituto per ciechi, il 21 la data del Riesame

LECCE- Istituto per ciechi di Lecce trasformato in un B&b? La presunta truffa sulla quale è in corso un’indagine della Guardia di Finanza di Lecce che ha portato a 21 denunce arriva davanti al Riesame. I legali di alcuni degli indagati, come Silvio Verri, che difende il vice presidente dell’istituto Antonio Donno, hanno presentato infatti al Riesame un’istanza di dissequestro per le cospicue somme di denaro finite sotto sigilli. L’udienza è fissata per il 21 luglio prossimo. Si allungano i tempi invece per il presidente dell’ istituto, Maurizio Antico. I difensori, gli avvocati Giuseppe Terragno e Anna Centonze hanno presentato anch’essi istanza di dissequestro, ma l’udienza non è ancora stata fissata. L’inchiesta riguarda una presunta truffa con i finanziamenti pubblici destinati all’associazione per ciechi e distratti, secondo l’accusa, per altre attività. L’operazione ha portato al sequestro per equivalente delle somme indebitamente percepite: oltre 514 mila euro.

 

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*