Dopo la condanna fa perdere le tracce. La Piccinonno si allontana dalla struttura di Turi

LECCE- Valentina Piccinonno, condannata ieri a 16 anni di reclusione per l’omicidio volontario di Salvatore Maggi, non si trova più. Si è allontanata da una struttura di Turi dove stava scontando gli arresti domiciliari ed ora è ricercata. La donna ha fatto perdere le sue tracce dopo la condanna inflitta proprio nella giornata di ieri dal giudice Cinzia Vergine. Le forze dell’ordine la stanno cercando e le ricerche sono estese nella provincia di Bari e nel leccese.

La donna è stata condannata per l’omicidio di Salvatore Maggi, il 74enne di Monteroni proprietario di un circolo ricreativo, tramortito con un corpo contundente e abbandonato nelle campagne. Era il 29 giugno del 2015.

Difesa dall’avvocato Ladislao Massari, ha scelto il rito abbreviato. I familiari invece sono difesi dall’avvocato Roberto Rella. I due figli della vittima, Alfredo e Tiziana Maggi, erano in tribunale ad attendere la sentenza dopo due anni di sofferenza. “Mio padre- hanno detto- non ritornerà più, mentre lei prima o poi uscirà”.

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*