La resa dei conti in casa centrosinistra a Tricase rischia di favorire il centrodestra

minerva

TRICASE- Più che tra centrodestra-centrosinistra, la partita ballottaggio a Tricase è tutta giocata in casa di quest’ultimo schieramento. I veleni che hanno portato a frantumare la lunga eredità di Antonio Coppola in tre candidature differenti non si sono addolciti: formalmente, nessun apparentamento è stato siglato a sostegno del candidato del Pd Fernando Dell’Abate, che al primo turno ha ottenuto il 20,26 per cento dei voti. Né la vicesindaca uscente Maria Assunta Panico, che ha incassato il 16,51 per cento, né l’ex assessore di Sinistra Italiana Sergio Fracasso, che ha raggiunto il 5,40 per cento, scenderanno in campo a suo supporto. Anzi, le indiscrezioni dicono che sott’acqua rischia di accadere il contrario: pezzi della sinistra storica tricasina sono pronti a tornare sì alle urne, ma a sostegno del candidato azzurro Carlo Chiuri, che l’11 giugno ha totalizzato il 43,66 per cento. E questo per lanciare un messaggio forte alla nuova direzione del Pd, partito commissariato lo scorso anno, ora retto da Gabriele Abaterusso e in subbuglio dopo l’ingresso di Nunzio Dell’Abate, consigliere comunale di opposizione ed ex duellante di Coppola. Cosa accadrà davvero lo diranno solo i risultati di domenica notte. Fernando Dell’Abate non ha dubbi: il centrosinistra si ricompatterà attorno alla sua figura. Dall’altro lato, Carlo Chiuri dice di non voler entrare nelle faccende dell’altra parte, ma fa l’occhiolino agli elettori storicamente rossi, puntando sul fatto di considerarsi espressione di liste civiche, per quanto sostenuto anche da Direzione Italia e Udc. Per entrambi, la priorità a cui metter mano è il decoro urbano. Ma l’incombenza ora resta quella di convincere tutti a tornare ai seggi, dove al primo turno si è presentato solo il 67,83 per cento degli elettori. Si punta anche ad accaparrarsi i 1491 voti ottenuti dal M5s (14,13 per cento). E Dell’Abate spera di avere al suo fianco Michele Emiliano in chiusura di campagna elettorale, venerdì sera.

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*