Giliberti: “Delli Noci pupazzo e Salvemini strumento di Emiliano per mettere le mani su Lecce”

LECCE- “Non c’è nessuna sorpresa per l’abbraccio di questa mattina tra Alessandro Delli Noci e Carlo Salvemini. Ho visto materializzarsi gli ammiccamenti e i sorrisini figli di un accordo chiuso nella stanza di Michele Emiliano a Bari mesi fa e organizzato a Lecce punto per punto da Loredana Capone”.

Mauro Giliberti, candidato sindaco del centrodestra a Lecce, attacca a muso duro, dopo l’accordo in vista del ballottaggio di domenica 25 giugno sancito in mattinata dagli avversari.

Durante la conferenza stampa convocata nel pomeriggio in via Salandra, presso il bar di fronte al proprio comitato elettorale, ha usato parole nette: Delli Noci è un pupazzo e Salvemini lo strumento del disegno di Emiliano di mettere le mani sulla nostra città. Noi lo impediremo con forza”. Giliberti ha rimarcato la sua interpretazione dell’accordo per il ballottaggio: “Salvemini è stato commissariato dalla manovra barese che è un accordo di potere che prevede spartizioni di poltrone. Ha tentato di respingere l’Opa (offerta pubblica di acquisto, ndr) del governatore, ma poi ha dovuto subirla”.

Poi, rivolgendosi all’elettorato di Delli Noci ha proseguito: “vorrei che vedesse in me l’interlocutore in grado di cogliere il messaggio forte che ci è stato lanciato, quello di restare nel centrodestra, rinnovandolo”.

Alla nostra domanda se avesse chiesto a Delli Noci di incontrarsi ha risposto: “Gli ho chiesto di vederci da galantuomini, senza intermediari, ma non mi ha risposto, non ha voluto incontrarmi perchè altrimenti avrebbe dovuto dire al centrodestra dell’accordo già raggiunto con il centrosinistra”.

Tutto già scritto, dunque, secondo Giliberti, “e tutto era già chiaro – ha aggiunto – quando Delli Noci è uscito deluso dall’ufficio di Silvio Berlusconi a Palazzo Grazioli per poi ributtarsi nelle braccia di Emiliano”.

In conferenza ce n’è per tutti. Indice puntato anche contro l‘Udc: con loro – ha detto in sintesi il candidato azzurro – mi sono sentito legittimato a parlare, anche perchè molto probabilmente a breve a livello nazionale il partito confluirà nel centrodestra, ma in Puglia Emiliano ha fatto capire a Ruggeri che era in ballo l’assessorato di suo cognato Totò Negro.

Poi, la volata finale e la chiamata alla partecipazione: stavolta la campagna elettorale si chiuderà venerdì sera in piazza Sant’Oronzo.

Potrete seguire per intero la conferenza stampa visionando i video delle dirette pubblicate sulla pagina Fb di Telerama

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*