Dopo il Twiga, avanti un altro: a Otranto sigilli a un altro lido

OTRANTO- Abusivismo edilizio in località la staffa/cerra, agro di Otranto. I carabinieri, in collaborazione con personale della Polizia Provinciale di Lecce, hanno proceduto al sequestro del cantiere dove sono in corso i lavori di realizzazione dello stabilimento balneare “Salento beach”.

Il provvedimento è stato notificato all’imprenditore che sta realizzando l’opera e al geometra progettista responsabile dei lavori. I reati contestati sono:  “abusi edilizi in zona soggetta a vincolo paesaggistico e abusiva occupazione del demanio marittimo”, “falsità ideologica commessa da privato in atto pubblico” e “distruzione o deturpamento di bellezze naturali”, apponendo i sigilli alla citata area.

I militari hanno accertato  consistenti interventi di sbancamento di terreno, lavori edili di vari manufatti non amovibili per l’accesso al mare ed attività balneare in area soggetta a divieto di balneazione.

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*