La Notte della Taranta festeggia 20 anni, Franceschini: “Enit in campo per promuovere evento all’estero”

ROMA- La Notte della Taranta festeggia 20 anni e come Maestro Concertatore sceglie Raphael Gualazzi, che annuncia già la direzione che prenderà la sua Taranta: “Sarà un grande onore per me rivisitare alcuni brani della tradizione salentina per la Notte della Taranta,  evento che sposa perfettamente i valori che ho sempre applicato al mio percorso musicale: sperimentazione e innovazione attraverso la conoscenza della tradizione. Il mondo musicale afro-americano che è spesso la mia fonte di riferimento e la musica popolare salentina sono accumunati dalla sublimazione che la musica rappresenta in un contento di disagio, povertà ed ingiustizie sociali”

Prima del Concertone, come sempre la Taranta sarà un festival itinerante (dal 4 al 24 agosto) che attraverserà i comuni della Grecìa salentina, con ospiti importanti come i ragazzi dell’orchestra di Unicef – sponsor dell’anno della manifestazione, dedicata appunto alla pace –Il 26 agosto, a Melpignano, si conclude col botto. Sul palco, al fianco di Gualazzi, grandi nomi del panorama internazionale, come la cantautrice americana Suzanne Vega, il sassofonista dei Rolling Stones Tim Ries, il percussionista Pedrito Martinez e Yael Deckelbaum, che ha composto la preghiera delle madri per la Marcia della Speranza delle donne ebree e arabe nell’ottobre 2016.

Ma non finisce qui….. La Notte della Taranta, la cui ventesima edizione è stata presentata a Roma nella sede del ministero dei Beni culturali, incassa anche una promessa importante dal ministro Dario Franceschini: “Ho chiesto all’Enit di promuovere non Venezia o gli Uffizi e il Colosseo, perché non ne hanno bisogno, ma di farlo con le eccellenze italiane che hanno grandi spazi di crescita. E quindi si lavorerà proprio sulla Taranta con un percorso specifico di promozione all’estero“.

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*