Ruberti: “Il fascismo è un crimine e l’accondiscendenza è complicità”

Jpeg

LECCE – “Il fascismo è un crimine e l’accondiscendenza è complicità” Così Luca Ruberti, candidato sindaco di Lecce per Lecce Bene Comune, dopo i cartelli affissi sulla porta del circolo Arci Zei di Lecce. “Sono scolpiti nella memoria, mia e di Lecce Bene Comune, i mugugni in sala in occasione di diversi confronti pubblici, quando denunciavamo la presenza sulla scheda elettorale di una forza politica dichiaratamente anticostituzionale. Ricordiamo anche i volti infastiditi. Così come ricordiamo i volti dei tanti, anche da parte democratica, che ci dicevano che quelle “idee” andavano sì sconfitte, ma nel confronto democratico. E oggi tutti quei volti ci scorrono davanti agli occhi, in rapida successione dopo l’immagine dei cartelli appesi sulla. Per noi, quei mugugni e quei consigli, oggi, suonano come complicità con chi ha messo quei cartelli. Indiretta, ma complicità. Evidentemente occorre ricordarlo a tutti, anche a chi non pensavamo ne avesse bisogno, che il fascismo non è un’idea “democratica” ma un crimine”.

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*