Sambenedettese-Lecce: 1-1. Buon pareggio per i giallorossi

I tifosi del Lecce nella curva Sud di San Benedetto del Tronto

SAN BENEDETTO DEL TRONTO – (di Tonio De Giorgi) La prima uscita dei giallorossi sulla scena dei play off è finita con un pareggio, 1-1. Una partita intensa, ma che ha offerto anche molti spunti spettacolari. Un pareggio che favorisce la squadra leccese in quanto meglio classificata e se al Via del mare, mercoledì, finisse in parità, a passare sarebbe la formazione giallorossa. La squadra di Rizzo ha disputato una partita ordinata per larghi tratti dell’incontro, ma è passata in svantaggio all’inizio del secondo tempo sugli sviluppi di un calcio di punizione. Il tecnico giallorosso Rizzo, nell’undici di partenza ha scelto, per l’attacco, Torromino mentre Doumbia parte dalla panchina. Al 12′ imbucata per Ciancio che di destro batte il portiere in uscita, ma il terzino giallorosso è in posizione di fuorigioco secondo il collaboratore dell’arbitro. Al 17′ Mancosu illumina la scena con un gran lancio per Pacilli, che controlla e tira da posizione defilata, il portiere respinge con i piedi. Al 31′ primo guizzo della Samb con un tiro dalla distanza di Agodirin che chiama Perucchini alla deviazione. al 41′ Lepore impegna il portiere della Samb con una punizione dalla distanza controllata in due tempi. Al 43′ Torromino ci prova dall’area di rigore, ma la sua conclusione termina a lato. Al 2′ della ripresa la Samb passa in vantaggio sugli sviluppi di un calcio di punizione di Bacinovic: il pallone arriva a Mancuso che si muove in mezzo ad una difesa immobile e di destro batte Perucchini con un diagonale preciso, 1-0. Al 5′ uscita non perfetta di Perucchini su un cross da destra, il pallone resta agli avversari che sono pericolosi con Bacinovic il cui tiro è parato in due tempi da Perucchini. Al minuto 7′ il Lecce rigore per il Lecce: progressione di Costa Ferreira in area, il portoghese viene atterrato da Mancuso, per l’arbitro è calcio di rigore che Caturano trasforma spiazzando il portiere, 1-1. Al 12′ la Samb usufruisce di un calcio di rigore: Torromino perde palla sulla trequarti con rapisarda che gli porta via palla, la progressione del terzino è fermata fallosamente in area da Giosa, per l’arbitro è rigore. Sul dischetto si presenta Mancuso, ma Perucchini intuisce il tiro e devia opponendosi anche al secondo tiro ravvicinato di un avversario. Al 19′ torre di Cosenza e inserimento di Costa Ferreira, la cui conclusione è parata da Pegorin. Al 33′ destro di Mancosu parato dal portiere. Al 38′ conclusione, di poco alta, di Vallocchia che ha trovato campo in posizione centrale. Al 40′ sugli sviluppi di una punizione di Lepore il portiere non controlla e Giosa da pochi centimetri calcia debolmente in porta. L’ultimo brivido lo crea la Samb con un sinistro di ‘Ntow. Uno a uno il risultato finale e mercoledì gara di ritorno al Via del mare. A fine partita giro di campo delle due squadre, che hanno ricevuto applausi dai tifosi avversari. Il pubblico ha sicuramente vinto la partita

SAMBENEDETTESE-LECCE 1-1

RETI: 2’st  Mancuso (S); 7’st Caturano (L) (rig.)

SAMBENEDETTESE

Pegorin; Rapisarda, Mori, Radi (34’st Di Filippo), N’Tow, Vallocchia;  Bacinovic, Lulli; Mancuso, Sorrentino (46’st Bernardo), Agodirin (30’st Di Massimo)

All. Sanderra

 

LECCE

Perucchini;  Lepore, Cosenza, Giosa, Ciancio; Costa Ferreira, Arrigoni, Mancosu (41’st Maimone); Pacilli, Caturano (30’st Marconi), Torromino (20’st Doumbia)

 

All. R. Rizzo

Arbitro: Pillitteri di Palermo

Note. ammoniti Vallocchia, Ciancio, Costa Ferreira. Corner: 3-3; recupero: 0’pt; 5’st.

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*