Primarie Pd, vittoria in casa per Emiliano

SALENTO – Uno dei dati più significativi parte proprio da Lecce città, dove per 912 votanti Michele Emiliano avrebbe meritato la leadership nazionale del partito, ma per 1135 dei democratici leccesi la fiducia viene confermata all’ex premier Renzi. 200 voti di scarto a svantaggio del Governatore di Puglia. Grande soddisfazione per il viceministro Teresa Bellavova che in favore dell’ex presidente del Consiglio si è spesa sin dall’inizio della corsa meritando i riconoscimenti di tutta la squadra democratica nazionale.
Quella tra Matteo Renzi e Michele Emiliano nel Salento è stata una partita che ha lasciato fino ai tempi supplementari con il fiato sospeso. Sono stati circa 700 i voti di differenza per decretare la vittoria del Governatore della Puglia: 12.327 preferenze in suo favore a dispetto delle 11.588 per l’ex premier.

Orlando, invece, vince a Trepuzzi con 343 voti dei 3.300 ottenuti in totale nei 97comuni della Provincia di Lecce: la sua è una mozione rispetto alle altre dimostratasi molto più indietro.Emiliano stravince nei grandi centri ma perde terreno nelle realtà medio-piccole, sopratuttoo nel Sud Salento. Schiaccianti i risultati del Governatore a Gallipoli, Patù e Copertino, molto meno soddisfacente lo scarto con Renzi a Galatina e a Casarano.
A recarsi alle urne sono stati circa 2 milioni di votanti. In Puglia Emiliano, rispetto al suo 7.8 per cento nazionale, ha superato il 50% . A Tranto in suo favore si sono espressi oltre il 49 per cento dei votanti, a Brindisi il 43.
I dati sono in via di definizione. Quelli ufficiali verranno resi noti domani pomeriggio.

Certo è che Matteo Renzi è il nuovo segretario del Partito democratico: stravince con oltre il 70 per cento. Ben distanziato, c’è il ministro della Giustizia Andrea Orlando, che si attesta intorno al 20 per cento. Mentre per il governatore della Puglia Michele Emiliano, un 10 per cento “che -ha commentato a caldo- spero che a Matteo valga da monito“.

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*