“Per ore in attesa al Pronto soccorso con dolori lancinanti”, la denuncia di un paziente

COPERTINO- Franco ha 56 anni, è di Nardò. È stato di recente colpito da un ictus. Ha un problema costante di salute ed ora ha di certo un’infezione in corso. Lo dicono i suoi globuli bianchi.  È, insomma, un soggetto a rischio. Nella giornata di sabato accusava forti dolori e allora, anche su consiglio del medico curante, è andato al pronto soccorso dell’ospedale di Copertino. Qui è iniziata un’odissea. Di “sole” tre ore, certo, ma al termine della quale ha deciso di tornarsene a casa sua senza che nessuno lo controllasse. Il reparto era pienissimo, c’erano molti pazienti in attesa e ambulanze e un continuo andirivieni di ambulanze. “C’era solo un medico -dice- e non me la prendo certo con lui, ma con il sistema. Sono stato abbandonato su una sedia tutto il tempo, stavo male, ma nessuno mi ha prestato soccorso”.

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*