Pesca “salata” di ricci e ostriche: scatta il sequestro

TORRE LAPILLO- E’ finito nei guai un pescatore di frodo nei pressi di Torre Lapillo del Comune di Porto Cesareo, che in tarda mattinata è stato sorpreso con un quantitativo di ricci di mare (400) ed ostriche (2 kg) ben oltre il limite consentito dalle normative vigenti in tema di pesca sportiva e ricreativa. Per di più, grazie alle telecamere di videosorveglianza dell’Area Marina Protetta di Porto Cesareo, è stato appurato che il trasgressore aveva anche utilizzato dell’attrezzatura subacquea che, insieme al resto del pescato, è stata posta sotto sequestro dai militari della Guardia Costiera.

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*