Favoreggiamento immigrazione clandestina: sgominata banda di italiani e stranieri

BRINDISI – Sgominata una banda accusata di attività illegali per permettere la regolarizzazione di immigrati. Cinque persone sono state arrestate a Brindisi dalla polizia, in collaborazione con il Reparto Prevenzione Crimine di Lecce, in un’operazione di contrasto dell’immigrazione clandestina. In carcere Sahak Ahmad Shah alias Sak Jan, 30enne afghano; disposti, invece, i domiciliari per Luigia Verga, 52 anni, Alba Turi 48 anni, Marcello Coletta, 49 anni, e Alessandro De Iaco, 42. Cittadini italiani e stranieri regolari sarebbero stati in combutta per far ottenere, dietro pagamento, rilasci e rinnovi di permessi di soggiorno, fornendo false dichiarazioni di ospitalità.

“L’attività investigativa della Digos –si legge in una nota del Ministero dell’Interno– approfondita grazie anche alla collaborazione dell’Ufficio Immigrazione, sviluppata con un’intensa e laboriosa attività tecnica di intercettazioni video e ambientali e con servizi di osservazione e pedinamenti, ha permesso di evidenziare nel capoluogo brindisino la presenza di un nutrito gruppo di persone, alcune delle quali di nazionalità straniera – in particolare afghani e pakistani – che, sodali con altri cittadini italiani, ponevano in essere condotte inequivocabilmente riconducibili al favoreggiamento dell’immigrazione irregolare ed altro”, 10 persone sono indagate nella stessa inchiesta, sette delle quali italiane, brindisine. Almeno 15 le perquisizioni domiciliari eseguite.

E.Fio

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*