Emiliano fuori gioco, chiesto rinvio Primarie Pd

BARI- Michele Emiliano è fuori gioco, si chiede il rinvio delle primarie del Pd, anche se lui stesso dice “no, grazie”.”E’ evidente che già stiamo facendo un congresso con rito abbreviato e c’è un candidato azzoppato, la rottura del tendine è dolorosa e prevede che per 15 giorni si stia immobili. Ci aspettiamo che gli altri candidati abbiano un sussulto di umanità”. Lo dice Francesco Boccia, sostenitore della mozione Emiliano. “E’ evidente – aggiunge – ci sono 2 soli candidati, uno non è potuto venire. Se vogliono fare un congresso a due… E’ come andare in campo e non avere di fronte l’avversario, ma collegato da un ospedale”. “Sono assolutamente d’accordo – ha detto l’altro candidato, Andrea Orlando – se un competitor è impossibilitato a fare campagna elettorale, sarebbe sensato” rinviare le primarie. “La ricerca della vittoria a tavolino sarebbe antisportiva e somiglierebbe a quei goal segnati con l’uomo a terra, gesti di mera vigliaccheria”, ha affermato Dario Ginefra, sostenitore di Emiliano.

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*