Giornate FAI primavera, si aprono le “stanze del vescovo”

minerva

LECCE – Un finesettimana per visitare i segreti dei luoghi più belli di Lecce, Nardò e Ugento, senza dimenticare l’Abbazia di Santa Maria di Cerrate. Il Fondo per l’Ambiente Italiano le sue “giornate di Primavera” le promuove così: con un itinerario salentino, a cura della Delegazione FAI Lecce, chiamato “Le stanze del vescovo”. Durante i percorsi, infatti, sono visitabili gli ambienti riservati all’interno delle abitazioni vescovili.

Anche quest’anno coinvolti nell’iniziativa gli studenti di alcune scuole salentine, nelle vesti di guide turistiche. Nella città barocca è stato possibile visitare Episcopio, Duomo, seminario, biblioteca innocenziana e museo diocesano, tutti in piazza Duomo, dalle 10 alle 13 e domenica anche il pomeriggio dalle 16 alle 19. Visite guidate, anche in inglese, francese e spagnolo a cura degli apprendisti “ciceroni”, ovvero degli studenti del Liceo scientifico Banzi, di quello artistico Ciardo, del Liceo scientifico De Giorgi e dell’IISS Costa Galilei. Domani, momenti musicali a cura degli studenti del Conservatorio di Musica “Tito Schipa” di Lecce.
A Nardò l’episcopio e la cattedrale, in Piazza Pio XI, hanno aperto i battenti in mattinata dalle 10 alle 13 e poi dalle 16 alle 20, domenica, stessa fascia oraria in mattinata e poi il pomeriggio dalle 16 alle 19. Le visite sono a cura degli apprendisti “ciceroni” del Liceo scientifico-linguistico Vallone di Galatina. Nella giornata di domenica momenti musicali a cura degli studenti sempre del Conservatorio di Musica“Tito Schipa”- Lecce.
A Ugento, in largo Duomo, l’Episcopio, la cattedrale e il museo diocesano oltre che in mattinata possono essere visitasti domenica dalle 10 alle 12 con la guida degli studenti dell’istituto Marcelline di Lecce. L’intrattenimento musicale sarà a cura degli studenti dell’IISS Giannelli di Parabita.

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*