Xylella, Coldiretti Puglia marcia in trattore. Poi incontra Emiliano: scontro tra Governatore e opposizione

LECCE-L’allarme xylella non dà tregua e gli animi tornano ad infuocasi, la protesta torna in strada. Partenza all’alba per i due lunghi cortei di agricoltori che a bordo di trattori, bandiere e megafoni alla mano, hanno raggiunto il foro boario per incontrare il Presidente della Regione Puglia Michele Emiliano.

Molti di loro avrebbero voluto restare in strada per scongiurare il rischio che chiudendosi nella sala conferenze  dell’hotel Tiziano si riducesse tutto ad un ennesimo dialogo istituzionale. Hanno opposto resistenza, hanno urlato la propria disperazione. Poi sulla rabbia ha prevalso la razionalità e la voglia di crederci ancora.

Ad alternarsi sul palco i Presidenti di Coldiretti Lecce, Bari, Foggia, Brindisi e Taranto. A far sentire la propria voce i rappresentanti delle cooperative olivicole pugliesi, dei vivaisti, delle istituzioni del territorio. Una sala gremita, oltre 1200 partecipanti che stentano a restare seduti, perchè più che una conferenza si aspettano un dialogo.

A salire sul palco il governatore Emiliano, che rassicura sullo stato delle trattative con l’Unione europea: ” il divieto di reimpianto è a un passo dal cadere -dice- poi ad una strategia di contenimento dobbiamo partecipare attivamente tutti, con la testa e con le buone pratiche. Io sono con voi“.

Al termine dell’intervento il Presidente tenta di guadagnare l’uscita ma ad infuocarsi questa volta sono gli animi dell’opposizione che durante il suo intervento, si era fatta spazio con un ingresso a gamba tesa dalla platea dell’onorevole Rocco Palese. Intervento al quale il Governatore regionale aveva risposto “non è questo il luogo e il momento per fomentare la gente è in regione che dovreste far sentire la vostra voce“. Coldiretti Puglia tenta di placare glia nimi ma alla fine lo scontro c’è ed è anche molto ravvicinato.

Raggiunto l’ingresso l’opposizione non ci sta e improvvisa una conferenza. L’accusa è grave: “Noi censurati -dicono- e gli agricoltori presi in giro con la complicità della stessa Coldiretti Puglia“.

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*