Fumi dalla terra: idrocarburi sepolti, raffica di denunce

randstad 1

ERCHIE- Dalla terra fuoriuscivano fumi continui e sono stati quelli a condurre i carabinieri a capire che lì era stato sepolto qualcosa: idrocarburi, in particolare, di diverso tipo, interrati in un’area agricola di pertinenza dell’azienda “Tenuta Lubelli”, nel Comune di Erchie. Il personale Arpa “Puglia” ha eseguito la campionatura per i successivi esami di laboratorio.
È di certo l’operazione più importante tra i controlli ambientali che dal 20 febbraio al 12 marzo hanno tenuto impegnati i militari del Comando Provinciale di Brindisi, con l’ausilio del personale del Noe di Lecce e del Gruppo Carabinieri Forestale di Brindisi.

72 i siti censiti per abbandono incontrollato di rifiuti; sei le violazioni amministrative per un importo complessivo di 3.600 euro. Sei anche le persone denunciate: due uomini di Carovigno, L.S. e L.G., per aver realizzato una discarica di rifiuti pericolosi su 4mila mq; un imprenditore 46enne di Ostuni, F.P., sorpreso alla guida di un autoarticolato mentre trasportava rifiuti solidi industriali non pericolosi; un carrozziere di Cellino San Marco, F.E., e una imprenditrice di Torre Santa Susanna, P.S., e un imprenditore di Erchie, per aver sversato rifiuti speciali su terreni di loro proprietà, spesso ex cave.

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*