Il liceo della vergogna, chiusi gli accessi e ora si pensa al futuro

doc cantina salice

LECCE-L’ex Liceo musicale Tito Schipa è ancora una struttura in stand by, ma perlomeno il degrado che vi avevamo documentato lo scorso ottobre non aumenterà.  Gli accessi, tutti, sono stati chiusi. Porte e finestre sigillate, anche il varco creato nella recinzione del cantiere è stato bloccato. In questo modo nessuno potrà più accedere indisturbato, a tutte le ore del giorno e della notte, a quello che sino a 4 anni fa era un luogo di cultura, poi diventato un cantiere bloccato e in fine una vera vergogna.
Dopo il nostro servizio denuncia per fortuna la provincia si è mossa, con un lavoro di bonifica e ripristino dello stato dei luoghi. La struttura è stata messa in sicurezza, sono stati rimossi i rifiuti e le siringhe, sgomberati gli occupanti abusivi. Un mondo nascosto e pericoloso, frequentato da tossicodipendenti e gente senza identità, nel centro della città, accanto a scuole e attività commerciali.

I lavori di recupero si sarebbero dovuti ultimare il 27 agosto 2012 grazie ad un finanziamento di 1 milione 545mila euro di fondi Fas. Invece l’appalto alla ditta è stato revocato e il cantiere si è bloccato. Ora la provincia ha disposto la messa in sicurezza ed ora si apre una nuova partita. Quella del completamento dei lavori con una nuova gara d’appalto. Vogliamo interloquire con la regione, dice il presidente Antonio Gabellone. Le risorse ci sono ancora ma non bastano per l’intero recupero. La sua destinazione sarà comunque culturale. Va ragionata insieme a tutti gli attori del territorio.

Noi come Telerama, ci impegniamo affiché questo avvenga. La salvaguardia e il recupero dell’ex liceo musicale, voluto dallo stesso Tito Schipa, rientra infatti tra le battaglie di Telerama. È la decima, quella della cultura come infrastruttura.

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*