8 marzo: dal cuore della città il No alla violenza ma anche alla Festa

LECCE-  Slogan, manifestazioni e anche uno sciopero. E’ il giorno della Festa della Donna e in Piazza Sant’Oronzo è tornato il “Camper della Polizia contro la violenza di genere”, sotto l’egida dello slogan “Questo non è amore”. Agenti,  funzionari e operatori specializzati tutti presenti per fornire il loro supporto, i loro consigli contro ogni forma di violenza: sia fisica che psicologica. Ma soprattutto per far comprendere che chi è vittima di quest’ingiustizie non deve sentirsi mai sola.

La Polizia, ricordiamo, è sempre pronta a ricevere denunce di abusi e stalking. L’equipe di specialisti è a disposizione ogni giorno per chiunque sia interessato a richiedere informazioni sul tema, segnalare problematiche o denunciare abusi.

Dall’altra parte di Piazza Sant’Oronzo, proprio lì sotto i portici, invece, l’urlo di donne provenienti da tutta la provincia. Attiviste, lavoratrici, studentesse, tutte coinvolte attraverso volantinaggi che Arci ha effettuato in questi giorni, per rendere una giornata come la “Festa della Donna” una giornata di lotta per l’avanzamento della nostra società verso criteri di maggiore giustizia e parità di diritti. E così tra musica, parrucche e spillette in tulle rosa, con striscioni e flash-mob, tutte le donne, capeggiata dalla presidente Anna Caputo, hanno fatto sentire la loro voce.

Otto  i punti programmatici della piattaforma alla base della mobilitazione:
– La risposta alla violenza è l’autonomia delle donne
– Senza effettività dei diritti non c’è giustizia né libertà per le donne
– Sui nostri corpi, sulla nostra salute e sul nostro piacere decidiamo noi
– Se le nostre vite non valgono, scioperiamo!
– Vogliamo essere libere di muoverci e di restare. Contro ogni frontiera: permesso, asilo, diritti, cittadinanza e ius soli
– Vogliamo distruggere la cultura della violenza attraverso la formazione
– Vogliamo fare spazio ai femminismi
– Rifiutiamo i linguaggi sessisti e misogini

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*