Minacce e aggressione per rapinare il gregge: tre arresti

NARDO’- Sono finiti nei guai tre avetranesi Francesco Paolo 58 anni, Antonio 26 anni e Alessandro Mero 22 anni, accusati di aggressione e minacce ai danni di un pastore rumeno, al fine di rapinare il suo gregge. Nei guai anche un 17enne.

E’ accaduto nelle campagne in località “Boncore”, agro del Comune di Nardò. Mentre la vittima era al pascolo, i banditi sono entrati in azione con un fuoristrada costringendolo fuggire, per evitare di essere investito. Nel frattempo, tra una manovra azzardata e un’altra, hanno fatto spostare l’intero gregge nei loro terreni adiacenti costringendoli a mangiare erba contaminata. Così, mentre una pecora è deceduta dopo esser stata investita, altre sono rimaste avvelenate.

Ma non finisce qui:  sul posto sono presto giunti i titolari dell’azienda agricola per cui lavorava il pastore. Da qui l’inizio di una colluttazione, a colpi di mazza, con i Mero . Quando gli indagati si sono resi conto che stavano per giungere i carabinieri si sono dati alla fuga, anche se presto sono stati rintracciati e arrestati. Per il minorenne è stato aperto un procedimento penale presso il Tribunale per i Minorenni di Lecce.

Durante la colluttazione il pastore rumeno ed uno dei tre titolari sono rimasti feriti con una mazza ferrata e con un grosso masso. La loro prognosi è di 20 giorni.

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*