Tentano di sminare i carabinieri speronandoli: nei guai madre e figlio

SAN VITO DEI NORMANNI- Madre e figlio sono stati arrestati dai carabinieri di Brindisi dopo un pericoloso inseguimento avvenuto nella notte, lungo la provinciale S. Vito dei Normanni-Brindisi.
I due a bordo di un’auto sospetta hanno cercato di seminare una pattuglia dei carabinieri speronandoli e provocando un incidente, tanto che i militari sono rimasti feriti. La prognosi è di 20 e 12 gg..

Le indagini hanno però permesso la cattura dei due poco dopo. Si tratta di Leo Angelo Raffael 27 anni, che aveva cercato di sfuggire al controllo perché l’auto era priva di assicurazione e di Laura Urgese Laura, 45 anni, sua madre. Durante la perquisizione in casa i militari hanno scoperto come la donna si fosse allacciata abusivamente all’Enel sottraendo circa 80mila euro di luce.

A Carovigno invece il 44enne vittorio lofino è stato arrestato dopo che, per evitare la perquisizione domiciliare, ha aizzato quattro cani contro i carabinieri. In casa aveva della droga

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*