Tra Social e WhastApp: la società moderna in un’ “Emoticon”

LECCE- In 10 minuti il racconto di una società moderna alla deriva, in cui il sistema, le nuove tecnologie assorbono la normale quotidianità. Questo è quello che si può vedere in “Emoticon” , il nuovo cortometraggio del regista Antonio Palumbo, interpretato da Mingo De Pasquale.

Un film dal linguaggio che si ispira alla fortunata serie inglese Black Mirror, in cui si parla del  mondo dei social e dell’omologazione. Temi attuali sì, ma  toccati in una chiave decisamente diversa, più cruda e sorprendente. Lo si nota dal ruolo interpretato dal protagonista: Mingo si mette in gioco esplorando ed interpretando un personaggio carico di molteplici sfumature drammatiche, che vive da solo e braccato da alcuni loschi figuri che lo inseguono, di notte, in una città da coprifuoco. E’ un personaggio che cerca anche di sfuggire dalla realtà moderna che lo circonda, non riuscendoci, perchè la “tecnologia scorre nelle vene”…

“Emoticon” ha una durata netta di 10 minuti, è girato in Full hd e il formato di proiezione è una cinemascope 2:35 ed è destinato ai più importanti Festival di Corto internazionali.

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*