Mattarella a Lecce: il Rettore consegna al Capo dello Stato il Sigillo d’argento

LECCE-  Città blindata per l’arrivo a Lecce del presidente della Repubblica Sergio Mattarella, insieme al Ministro dei Beni Culturali Dario Franceschini. Ad accoglierlo, il sindaco Paolo Perrone e il Presidente della Regione Puglia Michele Emiliano, con cui ha fatto la sua prima tappa all’ Ecotekne e subito dopo al Rettorato.

Presenti nel chiostro circa duecento persone tra studenti, personale tecnico-amministrativo e docenti. Il Rettore Vincenzo Zara ha voluto inoltre che fossero presenti i Rettori delle altre Università della Puglia, a testimonianza del lavoro comune del sistema universitario pugliese.

Durante la passerella, Mattarella ha fatto qualche selfie, ha stretto la mano e insieme a Zara ha proseguito nella Sala della Grottesca dove ha ricevuto in dono il sigillo d’argento dell’Università del Salento e un manufatto artigianale, realizzato dall’artista Pierpaolo Gaballo: una maiolica raffigurante i tre simboli dal territorio, ossia il rosone della Santa Croce, il logo dell’Università e un albero d’ulivo.

Quest’ opera «vuole rappresentare l’integrazione tra storia e futuro, tradizione e innovazione, artigianato e tecnologia, natura e cultura: in due parole Accademia e Territorio. L’Università del Salento -spiega Zara- vuole essere radice e linfa, volano di sviluppo, fucina di talenti per il “suo” Salento. In questo senso anche la scelta del supporto: il disegno architettonico e quello naturalistico assieme su una maiolica d’arte, simbolo di ciò che si può costruire, insieme, nel segno dell’equilibrio e della bellezza». Infine, il Capo dello Stato ha inaugurato, mettendo la prima firma, l’Albo d’onore dell’Università: una sorta di quaderno degli ospiti.

Terminati gli onori di casa, Mattarella insieme a Franceschini e il resto della scorta ha proseguito nel cuore della città per poi concludere il suo tour al Teatro Apollo.

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*