800 ex Lsu in stato di agitazione: “I soldi ci sono, ma non ci riprendono a lavorare”

doc cantina salice

LECCE- Stato di agitazione per 800 ex lsu della provincia di Lecce impegnati nel settore degli appalti di pulizia e di ripristino delle scuole. “La protesta – spiegano i sindacati confederali – nasce dalle forti tensioni che si stanno verificando tra gli addetti della Dussmann a causa della mancata ripresa delle attività lavorative nei cantieri scolastici legati al progetto “Scuole belle”, nonostante la Legge di stabilità abbia previsto una copertura finanziaria sino al 31 agosto”.

Le organizzazioni sindacali hanno scritto al Miur, alla Dussmann Service srl e alle Prefetture pugliesi annunciando anche dei sit-in di protesta che si terranno il 7 febbraio, a livello regionale, davanti alla sede regionale del Miur (Ufficio scolastico regionale) a Bari, e l’8 febbraio, a livello provinciale, a Lecce, nei pressi del palazzo della Prefettura.

E.Fio

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*