“Una nuova olivicoltura nel Salento”: esperti a confronto guardando al futuro

doc cantina salice

LECCE-  Sala gremita di giovani studenti in occasione della Tavola Rotonda dal titolo: “UNA NUOVA OLIVICOLTURA NEL SALENTO”, organizzata all’Hotel Tiziano da Apol, Cia e Associazione Italia Nostra – Sezione Sud Salento.

Un incontro importante che ha avuto lo scopo di sollecitare i produttori olivicoli salentini e le Istituzioni, pubbliche e private, a collaborare e a fare sistema, assumendo impegni precisi. “Bisogna far sistema”- afferma Giuseppe Ferro- il futuro è nelle mani dei giovani.

Alla base di tutto risulta, comunque, di fondamentale importanza il rinnovamento delle aziende olivicole attraverso il ricambio generazionale, che è il più importante obiettivo da perseguire, anche per valorizzare le potenzialità, le professionalità e le sensibilità delle nuove generazioni. Sono stati diversi i temi affrontati nel corso della tavola rotonda, diversi anche gli interventi. Si è parlato di produttività, si sostenibilità economica, ambientale e sociale. Sì perchè per fare sistema si ha bisogno soprattutto di una base solida e forte..

Intanto le iniziative organizzate da APOL, CIA e Italia Nostra – Sezione Sud Salento, continuano e vedranno il loro apice il prossimo 24 marzo con un seminario conclusivo dal titolo: L’olivicoltura salentina e la sfida generazionale.

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*