La trasferta si trasforma in “marcia su Roma”: polemica sul post. Signore: “Né estremisti né fascisti, solo militanti”

minerva

LECCE- Scoppia la polemica sul post del consigliere comunale leccese, Pierpaolo Signore che sul proprio profilo ha ribattezzato “marcia su Roma” una trasferta in pullman verso Roma con il suo gruppo di Fratelli d’Italia.

Nella foto pubblicata e poi rimossa i suoi compagni di viaggio salutano con il braccio destro alzato. Il post è immediatamente rimbalzato sulla rete suscitando critiche e malumori da parte degli organizzatori del Treno della Memoria, che hanno anche sottolineato l’infelice tempistica, in concomitanza con la giornata dedicata proprio al ricordo delle vittime del nazifascismo.

“Stiamo andando a una manifestazione pacifica, come tutte quelle organizzate da Fratelli d’Italia -replica Signore-  Siamo in un pullman e goliardicamente ridiamo scherziamo e cantiamo, come accade spesso in queste situazioni. Se qualcuno vuole farne un caso ritengo che non abbia proprio temi importanti di cui parlare. Qui non ci sono né estremisti né fascisti, solo militanti che hanno voglia di cambiare l’Italia e mandare a casa questo governo mai eletto”

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*