Il Comune di Lecce destina 60mila euro ad una associazione per la cura dei gatti?

LECCE- Malgrado tanti dog bags siano installati in città ma non fruibili per assenza delle buste appositamente predisposte ma mancanti, il Comune di Lecce starebbe prevedendo un contributo di 60 mila euro per il randagismo felino. Un aiuto di 20mila euro l’anno a partire dal primo gennaio appena trascorso e sino al 31 dicembre del 2019. Una programmazione indiscutibile per non lasciare inevasa un’urgenza legata ai tanti gatti senza famiglia del capoluogo. Un possibile delibera di giunta ben curata malgrado le tante urgenze di cittadini poveri e bisognosi ma senza nulla togliere alle povere bestie abbandonate per le strade. L’altra domanda che potrebbe sorgere spontanea è se le somme saranno destinate solo ad un’associazione come si pensa o la cifra sarà distribuita anche ad altre organizzazioni di volontari. La possibile contribuzione prevederebbe ogni anno 12 mila euro come contributo forfettario, più 4 mila per acquisto farmaci e mangimi ed altri 4 mila per eventuali interventi sanitari non previsti dalle competenze della Asl. La sanità pubblica avrebbe anche concesso uno spazio per l’accoglienza degli animaletti presso la sede ex opis di Lecce da adibire ad Oasi felina.

Tutto tracciato con cura malgrado l’attuale amministrazione sia giunta agli ultimi mesi di consiliatura e con una specifica previsione che interesserà anche la futura amministrazione comunale visto la possibile previsione, con copertura annua di 20mila euro sino all’ultimo giorno dell’anno 2019, per un totale, come detto inizialmente, di 60 mila ed a decorrere dal primo gennaio 2017.

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*