Prodotti scaduti e senza tracciabilità, sequestri e multe della Polizia Municipale

doc cantina salice

LECCE-Due ispezioni a pochi giorni di distanza l’una dall’altra: sugli scaffali e nei congelatori prodotti scaduti, privi di etichettatura o non recanti informazioni in lingua italiana, e conservati in condizioni igienico-sanitarie carenti.

Nel mirino della polizia locale di Lecce sono finiti un supermercato in periferia con l’insegna di una nota catena nazionale ed un mini-market gestito da extracomunitari nella zona della stazione ferroviaria. Wurstel, pesce congelato intero o in tranci per essere venduto sfuso, mozzarelle, barattoli di pomodorini e di melanzane trifolate, ma anche coniglietti di cioccolato, confezioni di mentine e lecca-lecca e, persino, scatole di mangimi per pappagalli: in tutto 115 confezioni di latta, vetro e cartone contenenti prodotti alimentari destinati al consumo umano ed animale e 40 kg. di pesce ancora in vendita, nonostante le date di scadenza riportate fossero, in qualche caso, antecedenti di oltre sei mesi.

Più grave la situazione riscontrata nell’esercizio in zona stazione dove l’intervento si è svolto in collaborazione con il personale del SIAN (Servizio igiene alimenti e nutrizione) e del SIAV (Servizio igiene e assistenza veterinaria) dell’ASL di Lecce.In entrambi i casi si è proceduto al sequestro amministrativo per la confisca ai fini della distruzione di tutta la merce: ai due titolari in questione multe per un totale di 3.166euro.

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*