Delli Noci dalle Primarie delle Idee a candidato senza Primarie

Jpeg

LECCE- Se fosse rimasto nella lista dei papabili proposta al centro destra da Perrone mai avrebbe potuto pensare alla sua candidatura a Sindaco. Rompe il silenzio utilizzando le frecciate del primo cittadino e si inventa le Primarie delle Idee che altro non hanno rappresentato se non il mezzo per raggiungere l’autonomo obiettivo. Un tour itinerante per i vari quartieri della città ed una spontanea partecipazione di cittadini forse annoiati dei partiti ma anche di area. Proposte ed idee che hanno dato vita ad una piattaforma che a distanza di poco più di due mesi lo fanno diventare il secondo candidato ufficiale per la successione di Perrone. Prima di Natale è stata la volta del pentastellato Valente, oggi dell’ex assessore all’innovazione di Palazzo Carafa. Il 29 novembre dice no a Gabellone, sfilandosi dalla lista Perrone, il 9 dicembre si dimette dell’esecutivo di città ed il 3 gennaio si anticipa il regalo della befana autocandidandosi a capo del Movimento “Un’altra Lecce”.

“Il Movimento lavorerà, con quanti hanno già aderito e con quanti aderiranno, alla realizzazione di un manifesto civico che sarà la sintesi di diciassette progetti strategici per rilanciare la città e che sarà, dunque, espressione del lavoro collettivo di una comunità che vuole sentirsi libera di interrogarsi sul futuro. Lo faremo attraverso dei tavoli di lavoro aperti a tutti…annuncio la mia candidatura a Sindaco della nostra città, con l’entusiasmo, la gratitudine e l’energia che una tale sfida richiede.Invito tutti i miei concittadini a sentirsi parte attiva di questo percorso, a dire la propria, a riappropriarsi della città, perché l’unico modo che abbiamo per costruire la Lecce che vogliamo” così Delli Noci per più di quattro anni assessore della Giunta Perrone ed ora candidato alternativo degli ex alleati e dei futuri suoi competitori cittadini

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*