Operazione Omega, difetto di notifica: scarcerati una 20ina degli indagati. Avviata inchiesta

ROMA – L’ispettorato del ministero della Giustizia ha avviato – a quanto si apprende – accertamenti preliminari in merito alla vicenda che ha portato alla scarcerazione di una ventina di mafiosi pugliesi. Gli esponenti della Sacra corona unita erano stati arrestati il 12 dicembre nell’ambito dell’operazione Omega coordinata dalla Dda di Lecce, che aveva colpito il clan dei Brindisino.

A causa di un difetto di motivazione – passaggio su cui ora l’Ispettorato del ministero intende far luce – gli avvocati (tra cui Ladislao Massari, Raffaele Missere, Carmelo e Silvio Molfetta) hanno potuto chiedere la scarcerazione dei loro assistiti e il Tribunale del Riesame di Lecce ha dovuto concederla.

Altri ricorsi saranno discussi domani, 3 gennaio.

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*