Sorprese i ladri in casa, la vittima muore dopo tre giorni

LECCE-  Si è conclusa nel più tragico dei modi la brutta avventura vissuta in casa da un leccese di 80 anni che la notte della vigilia di Natale, ha sorpreso i ladri in casa, nel suo appartamento del centro storico leccese, in una traversa di via libertini. L’uomo è morto per le complicanze dovute alla caduta.
La notte tra il 24 e il 25 era solo e dormiva nella sua stanza. All’improvviso dei rumori lo hanno svegliato. Nello scendere dal letto, un po’ per la paura un po’ per la fretta di capire cosa stesse accadendo, ha messo in piede un fallo,  ha perso l’equilibrio, e poi è caduto fratturandosi le costole. Ha cominciato ad urlare e il ladri, ancora non si sa quante persone siano entrate in quell’appartamento del centro storico di lecce, in via libertini, sono fuggiti portando via 600 euro.

L’uomo, rimasto per terra sino all’arrivo del 118 e delle forze dell’ordine, chiamate dai vicini svegliati dalle urla, è stato portato in ospedale.  Nelle ultime ore sono sopraggiunte delle complicanze, e il suo cuore si è fermato.  Sembrava una banale caduta. L’80enne era stato ricoverato al Fazzi e poi dimesso con una prognosi di 15 giorni. Le indagini sul furto sono affidate alla polizia.

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*