Signore e signori, vi presentiamo Cosimo…un vulcano che arriva da Tricase!

TRICASE- Capelli biondi, occhioni chiari e un grande sorriso da furbetto. Signore e signori, vi presentiamo Cosimo! Ha 5 anni, è di Tricase, dove vive con mamma Flora, papà Luigi e il fratello Luigi.

La sua è una famiglia bellissima, sorridono tutti e sono molto ospitali. Fuori, c’è parcheggiata un’automobile attrezzata al trasporto comodo di chi è sulla sedia a rotelle, è l’auto con l’inconfondibile simbolo di CuoreAmico Progetto Salento Solidarietà. Sì, perché qualche anno fa, quando Luigi era ancora minorenne, l’ha ricevuta in dono. È affetto dalla Distrofia di Duchenne, una patologia molto rara, degenerativa, che pian piano lo ha portato a non poter camminare.

Oggi siamo qui perché, purtroppo, anche Cosimo è nato con la stessa distrofia, gli è stata diagnosticata appena è venuto al mondo. Al momento non sembra avere alcun problema: cammina, salta, gioca a calcio. Deve solo portare dei tutori alle gambine, di notte, per rafforzare i muscoli tenendo in tensione i tendini. Una forma di prevenzione. Perché la distrofia non perdona. L’auspicio è che si trovi presto una cura. Ma, nel frattempo, ci sono molte visite mediche da fare, si va a Gagliano due volte alla settimana per la fisioterapia e ogni sei mesi a Roma per controlli vari. Ecco perché la famiglia si è nuovamente rivolta a CuoreAmico: per avere un contributo economico che permetta di affrontare tutto questo. Perché quando una mamma deve accudire i figli non autosufficienti, non può permettersi di lavorare.
Papà Luigi lavora saltuariamente come muratore, ma non basta.

Ma sembra quasi non importare, quando il sorriso di Cosimo si accende: lui è felice, è un vulcano: frequenta l’ultimo anno della scuola materna, gli piace “cucinare” e giocare a calcio, è bravissimo ad usare il cellulare e a Babbo Natale ha chiesto un tablet. Tutto il Salento è chiamato a rispondere all’appello, per regalare un po’ di serenità in più a questa bellissima famiglia e sperare, insieme a Cosimo, che duri il più a lungo possibile…anzi..per sempre!

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*