La denuncia di mamma Barbara: “L’Enel stacca la luce, ma nessuno si preoccupa di far respirare mio figlio”

minerva

LIZZANELLO- Sabato, dalle 8 del mattino fino alle 18, l’Enel staccherà la luce lungo via Piave, a Lizzanello. Tutti i cittadini sono stati informati, come la famiglia del piccolo Gioele, un bambino che fa parte della famiglia di CuoreAmico e che proprio grazie all’associazione Onlus si sposta a bordo dell’auto attrezzata, per le sue trasferte ospedaliere.

Gioele oggi ha 11 anni. Dalla nascita, a causa di un errore umano, così come detto dalla sua mamma Barbara, è affetto da paralisi celebrare. Una situazione che con gli anni è andata ad aggravarsi sempre di più. In particolare da dicembre 2015, da quando Gioele non è più in grado di respirare autonomamente. Questa complicazione lo ha portato per sette lunghi mesi a una vita ospedaliera costante. Poi, una volta rientrati in casa, i genitori hanno provveduto, con tutta la documentazione necessaria, ad avvisare l’Enel sul problema del piccolo.

Alla luce di tutto questo, in vista dello distacco  della luce previsto per  sabato, chi di competenza non ha provveduto a portare a Gioele un generatore elettrico. Sono stati alcuni cittadini e gli stessi genitori a preoccuparsi di far continuare a respirare il piccolo…Ma, come afferma mamma Barbara, non dovrebbe funzionare così..

E.P.

 

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*