Alba Service, lettera a Mattarella: ci aiuti a scongiurare il licenziamento e a trovare una soluzione

LECCE- Stipendi arretrati e rischio licenziamento dietro l’angolo. Sempre più tortuoso il futuro di Alba Service. Proprio per questo, visto che la situazione non accenna a un miglioramento, la Confederazione Cobas di Lecce ha chiesto aiuto al Capo Dello Stato, Sergio Mattarella. Lo ha fatto attraverso una lettera: “La crisi della Società ormai si protrae da diverso tempo -scrivono-. La Provincia di Lecce dal mese di Giugno 2015 ha bloccato i servizi lasciando da allora 130 lavoratori senza retribuzione… Sono diverse le Istituzioni chiamate a contribuire nella risoluzione della vertenza Alba Service scaturita dalla “riforma Delrio” e successivamente aggravata dalla Legge di Stabilità –continua il sindacato Cobas– La Provincia ha dapprima avviato la procedura di liquidazione, aprendo le procedure di licenziamento, poi bloccate a seguito di protocolli stipulati grazie anche al ruolo svolto dalla Prefettura. Di recente la Società ha inoltre presentato istanza di fallimento, ma rigettata dal Presidente del Tribunale Sezione Fallimentare. Ad oggi però -si legge ancora- rimane esecutiva la procedura di liquidazione di Alba Service”.

Con questa lettera, l’auspicio del sindacato è che Mattarella intervenga al fin di “scongiurare il licenziamento annunciato e per raggiungere una soluzione anche alla luce del confermato ruolo costituzionale dell’Ente Provincia che adesso -concludono- deve essere posto nelle condizioni di garantire i servizi pubblici locali indispensabili ai cittadini anche attraverso le sue società partecipate”.

alba-service-lettera

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*