Cade e batte la testa, muore operaio edile di 47anni

ORIA- Una morte sul lavoro, una tragedia che ha spezzato la vita di un 47enne di Oria, precipitato mentre eseguiva dei lavori edili per conto di una ditta della quale era dipendente.La tragedia è avvenuta lunedì pomeriggio in una struttura di recupero delle tossicodipendenze, ad Oria.

L’uomo stava eseguendo delle riparazioni arrampicato su una scala. Ha perso l’equilibrio all’improvviso, è precipitato ed ha battuto la testa. Ha riportato anche delle fratture gravissime tanto che dopo il ricovero d’urgenza al Perrino, è morto. Secondo i primi accertamenti l’uomo è caduto da un’altezza di solo un metro, ma in maniera scomposta. Per questo ha battuto la testa violentemente e questo gli ha provocato un trauma cranico.

Con lui c’era anche il figlio. L’ambulanza lo ha trasportato in ospedale. Le sue condizioni erano critiche e dopo una notte di sofferenze è morto in mattinata. Le indagini sono condotte dai carabinieri di Francavilla Fontana e dai tecnici dello Spesal.
 

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*